lunedì 5 ottobre 2009

Ma l'unico pericolo che sento veramente
è quello di non riuscire più a sentire niente
il profumo dei fiori l'odore della città
il suono dei motorini
il sapore della pizza
le lacrime di una mamma
le idee di uno studente
gli incroci possibili in una piazza
di stare con le antenne alzate verso il cielo
l'unico pericolo che senti veramente
è quello di non riuscire più a sentire niente
di non riuscire più a sentire niente
il battito di un cuore dentro al petto
la passione che fa crescere un progetto
l'appetito la sete l'evoluzione in atto
l'energia che si scatena in un contatto
( Jovanotti -Fango- )
La mia unica paura in questo momento
é quella che non ci sia più niente da sentire..
forse perché non ci sono più io..
o forse perchè non c'è mai stato nulla di tutto quello che credevo.

2 commenti:

Nemo ha detto...

Beh qualsiasi cosa accada tu sei sempre tu. E cmq è normale chiedersi se ci si è sbagliati su qualcosa.
Devi credere di più in te stessa, te lo dico sempre :)
E adesso visto ke nn ho nulla da fare ti lascio una "perla" di saggezza: "Se tu credi intensamente in qualcosa, chi può dire se è reale o no?"
Notte ^^

Chiara ha detto...

:O .. l'aria di Torino rende saggi a quanto leggo! xD.. devo trasferirmi anche io.. purtroppo lo so io come lo sai tu.. che non basta credere in qualcosa, io che sono una grande idealita posso dire ora che la realtà è molto molto ma molto diversa!! vbb.. visto che ormai ci becchiamo più quà che di là.. come te la passi???